Il 29 e 30 settembre si è svolta a Solbiate Olona, presso la prestigiosa location del Le Robinie Golf Club, la sesta edizione di OkDay.

Una due giorni di altissima formazione, incentrata sui temi del digital e della tras-formazione.
Questi i numeri dell’evento:
– 250 partecipanti ogni giorno;
– 16 relatori;
– 8 worskhop tematici;
– 429.000 account Twitter raggiunti;
– 7.400 menzioni #OkDay17.

L’evento è partito subito alla grande, nella mattinata di sabato 29 settembre, con numerosi interventi degni di nota. Tra i più interessanti, sicuramente quelli di Daniele Cassioli, sciatore nautico e fisioterapista non vedente, che ha raccontato la sua profonda storia di trasformazione, Giuliano Ambrosio, di AQuest, che ha rivelato le interessanti opportunità del mondo dei chat bot, e Paolo Milanoli, medaglia d’oro olimpica a Sydney 2000 nella scherma, che ha intrattenuto il pubblico parlando dell’importanza di superare i propri limiti e di accettare le sconfitte come esperienze che ti insegnano a crescere.
Nel pomeriggio, diversi sono stati i temi affrontati dai workshop di approfondimento, tra cui è importante segnalare quello sui segreti di Instagram, tenuto da Francesco Mattucci di Garage Raw e l’interessantissimo Lego Serious Play, tenuto da Daniele Radici, in cui il giocattolo si è trasformato per magia in metafora della vita, espressione dei desideri e modo per sprigionare le proprie potenzialità.

La prima giornata si è conclusa con un super party in un locale esclusivo della zona, in cui partecipanti, relatori e staff hanno potuto chiacchierare, fare networking e stringere amicizie sorseggiando pregiati vini offerti dall’organizzazione.

Nella mattinata del secondo giorno gli interventi sono stati ancora più esplosivi, con il simpaticissimo Germano Lanzoni, l’attore de Il Milanese Imbruttito, che ha raccontato di quanto sia importante credere nei propri sogni e imparare a ridere dei fatti più impegnativi della vita, il poliedrico Federico Buffa, che ha incantato tutti con la sua vastissima cultura e la sua personalità sfaccettata, e il famoso Marco “Monty” Montemagno, che in collegamento da Vienna ha fornito ottimi spunti pratici per aumentare in modo efficace la propria presenza online.

Il pomeriggio si sono tenuti altri worskhop tematici, tra cui segnalo volentieri quello tenuto da Mariano Diotto, professore dello Iusve, che ci ha fatto scoprire i 15 segreti del brand positioning attraverso l’analisi di numerosi spot pubblicitari eccellenti dal punto di vista emotivo e comunicativo.

La due giorni si è conclusa in un clima di festa, allegria e divertimento, con l’estrazione di alcuni premi per i partecipanti e i calorosi saluti dello staff di OkDay.

Uno staff che, sapientemente guidato da Mario Moroni, ha saputo organizzare con grande professionalità un evento di notevole importanza, arricchendolo con enorme disponibilità, tanta etica e, soprattutto, numerosi sorrisi.

Un atteggiamento molto importante, che raramente si incontra in eventi del genere e che, invece, è in grado di fare davvero la differenza.

Il mio augurio a tutto lo staff di OkDay è che continuino su questa strada, mantenendo l’alto livello qualitativo dei loro eventi, e soprattutto la grande umiltà che li ha contraddistinti, per regalarci in futuro iniziative ancora più memorabili rispetto a quella appena trascorsa.